Il risotto al nero con salmone e puntarelle: primo raffinato

RISOTTO AL NERO DI SEPPIA CON SALMONE E PUNTARELLE
 

La felicità la si trova anche in un piatto!

Sono stata contentissima di aver partecipato ad uno showcooking digitale a cura dello Chef Danilo Angé dedicato a due ricette speciali con il salmone norvegese: un antipasto a base di friselle, pomodorini e salmone e un risotto al nero di seppia con salmone e puntarelle che mi ha resa felice per diversi motivi.

Seguire lo chef e preparare insieme a lui questo piatto molto particolare e raffinatissimo è stato davvero di grande soddisfazione.

Si tratta di un risotto al nero di seppia che è stato abbinato a del salmone crudo, e per dare un tocco di gusto speciale, le puntarelle insaporite dal succo d’arancia. Un connubio che ha portato il mio palato alle stelle, un risotto che ho già ripetuto perché una volta sola non bastava a memorizzare il suo sapore esaltante, un risotto che entrerà nella rosa dei miei risotti preferiti.

Ve lo consiglio davvero. Provatelo e ditemi poi cosa ne pensate!
E siccome con il salmone norvegese ho preparato diversi piatti, vi consiglio anche la ricetta con avocado e piadina, antipasto TOP, oppure il salmone crudo con anguria e ribes.

 




 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 gr. di riso Carnaroli La Gemma

300 gr. di filetto di salmone norvegese

200 gr. di puntarelle

1 arancia non trattata

2 scalogni

1 bicchiere di vino bianco

1 bustina di nero di seppia

40 gr. di pecorino grattugiato

Brodo vegetale q.b.

Olio extravergine d’oliva

Sale

Pepe

 

PROCEDIMENTO

Tagliare le puntarelle a julienne e metterle in acqua e ghiaccio per un paio d’ore. Quest’operazione servirà a togliere un po’ di sapore amaro.

Sbucciare, tagliare lo scalogno a julienne, metterlo in una casseruola di piccole dimensioni e coprire con olio. Far cuocere 15 minuti a fuoco basso. Lasciar raffreddare, filtrare e tenere da parte.

 

Lavare, asciugare il salmone togliere le eventuali lische. Tagliarlo a cubetti e condirlo con sale, pepe, olio e la scorza dell’arancia grattugiata.

Trascorso il tempo necessario sgocciolare le puntarelle e condirle con olio, sale, pepe e succo d’arancia.

 

In una casseruola mettere qualche cucchiaio di olio aromatizzato allo scalogno, quando caldo aggiungere il riso e far tostare. Sfumare con il vino bianco, far evaporare e aggiungere il brodo poco alla volta (il liquido dovrà soltanto coprire il riso). Cuocere per 10 minuti.

Aggiungere il nero di seppia e terminare la cottura regolando di sale.

Spegnere il fuoco e mantecare con olio e pecorino.

Distribuire il riso nei piatti, aggiungere il salmone e le puntarelle, scolate dalla marinata.

 

Amici in cucina

 

Il salmone norvegese fa ormai parte delle ricette di mare che preparo spesso perché, come dico sempre, mi piace partire da una materia prima di qualità per esaltare i miei piatti.

Consumato crudo, come in questo caso, lo si apprezza in tutta la sua naturalezza. Ottimo anche appena scottato e condito semplicemente con olio e limone.

 

Ho servito il mio risotto al nero di seppia con salmone e puntarelle accompagnato da un buon bicchiere di Biondelli Brut, 100% Chardonnay Biologico.

Un vino dalle note floreali di glicine, accenti di agrumi, pesca, gelatina di albicocca con note finali di mandorla tostata, confetti e liquirizia, che si è accostato in maniera egregia ad un piatto di mare così raffinato.

Ottimo anche per aperitivi, ma anche per crostacei o piatti a base di carni bianche.

 

Anche il riso, ha fatto la sua parte: la base del piatto.

Ho utilizzato il riso La Gemma, un riso Carnaroli invecchiato 12 mesi che ha tenuto benissimo la cottura e che ha dato un gusto speciale al mio risotto.

L’azienda, che risale al 1903, si trova tra la provincia di Pavia e quella di Vercelli e, da più di un secolo coltiva con dedizione e passione questo importante cereale, senza mai dimenticare di dare importanza anche all’innovazione.
 

Per impiattare ho scelto il piatto Rabat di Touch Mel di Emporio Zani, una linea di piatti (uno più bello dell’altro!!) in pura melamina.

La prima volta che li ho visti mi hanno affascinata per la loro praticità e i loro decori accattivanti.






 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System