La coda di rospo marinata si circonda di frutta e verdura

CODA DI ROSPO MARINATA CON FRUTTA E VERDURA

 

Chiamiamola rana pescatrice, chiamiamola coda di rospo ma sempre dello stesso pesce dal gusto delicato parliamo.

Se la cottura della rana pescatrice al forno risulta morbida e piacevole da gustare, non è da meno la ricetta che vi propongo oggi, che cela un segreto per renderla morbida.

Scottarla in acqua bollente per un minuto vi permetterà di assaporare al meglio la sua carne tenera.

Ad accompagnarla un contorno insolito di verdura e frutta per rendere il tutto originale; per il tocco di croccantezza, invece, del pane aromatizzato al rosmarino.


 



INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 pescatrice (circa 1 Kg.) senza pelle

 

Per la marinatura

1 scalogno

Erbe miste (alloro, timo, prezzemolo, rosmarino, basilico)

1 limone

Olio extravergine d’oliva Pruneti Leccino

Sale fino

Pepe

 

Per l’aceto aromatizzato

200 ml. di aceto bianco

4-5 foglie di menta nepitella

3-4 foglie di alloro

3-4 foglie di salvia

1 cipolla

7-8 grani di pepe

7-8 bacche di ginepro

1 cucchiaino di miele d’acacia

Sale fino

 

Per il contorno di verdura

2 zucchine

½ peperone rosso

½ peperone giallo

1 carota

1 cucchiaino di miele

Olio extravergine d’oliva Pruneti Leccino

Sale fino

 

Per il contorno di frutta

1 pesca noce poco matura

1 cipolla di Tropea

4-5 foglie di menta nepitella

Olio extravergine d’oliva Pruneti Leccino

Sale fino

Pepe

 

2 fette di pane raffermo

1 rametto di rosmarino

Olio extravergine d’oliva Pruneti Leccino

Sale fino

 

PROCEDIMENTO

Lavare accuratamente la pescatrice e scottarla in acqua bollente per un minuto.

Scolarla e tagliarla a pezzi, eliminando l’osso centrale.

Far marinare la pescatrice per un paio di ore con lo scalogno a pezzetti, le erbe miste, il limone a fettine, l’olio, il sale e il pepe.
 

 


 


Preparare l’aceto aromatizzato mettendo in un vaso l’aceto bianco, la menta nepitella l’alloro, la salvia, la cipolla tagliata a pezzi, il pepe, le bacche di ginepro e il miele. Salare.

Mescolare il tutto e lasciar riposare per ½ ora.

 

 

Tagliare le verdure a pezzetti piccoli (brunoise). Delle zucchine utilizzare solo la parte verde e poca polpa.

Bagnare le verdure con l’aceto aromatizzato e mescolare.

 

 


Tagliare la pesca noce a spicchi, la cipolla di Tropea a fettine, aggiungere la menta nepitella, qualche cucchiaio di olio, il sale ed il pepe e mescolare bene. Tenere da parte.
 

 


Scolare la pescatrice dalla marinata e cuocerla per qualche minuto in poco olio caldo e salarla.

 

Tagliare il pane raffermo a pezzettoni e farlo rosolare in una padella antiaderente con olio e rosmarino. Eliminare il rosmarino.

 

 


Comporre il piatto mettendo al centro la pescatrice e intorno il contorno di frutta e quello di verdura. Terminare con il pane ed una generosa grattata di pepe.

 



La ricetta prende spunto da una ricetta di Bruno Barbieri

 

Amico in cucina

Se la ricetta che ho proposta è interessante, non posso certamente fare a meno di parlavi di uno degli ingredienti che l’hanno resa deliziosa.

Vi sto parlando dell’olio d’oliva Pruneti Leccino, un delizioso olio toscano.

Si tratta di un olio toscano monocultivar biologico dal sapore delicato, che ho scelto appositamente da accompagnare alla coda di rospo.
L’olio Leccino è anche adatto per crudità di pesce e carni, torte dolci e salate, formaggi stagionati e per piatti complessi e speziati, dove la ricchezza di sapori trova la massima esaltazione.

Pruneti, che da più di 160 anni, lavora sapientemente olive toscane ci regala sapori in grado di esaltare ogni tipo di preparazione.
Il Frantoio Pruneti produce anche altri tipi di olio. Vi invito pertanto a visitare il sito per scoprire tutti i prodotti.

 

Per saperne di più: www.pruneti.it

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System