I ravioli di patate e porri: semplice bontà

RAVIOLI DI PATATE E PORRI CON SUGO AI CARCIOFI
 

Sfiziosi ed irresistibili, i ravioli di patate e porri sono un primo piatto di pasta ripiena che viene arricchito da un sugo ai carciofi che li rende ancora più gustosi.

Un sapore delicato per questi ravioli fatti a mano facili da preparare e dal successo garantito.

D’altra parte, è forse possibile resistere alla pasta fresca fatta in casa?

Una preparazione che ha il profumo d’altri tempi, del pranzo della domenica e della tradizione.

 

Per la pasta ripiena ho una vera passione, ma penso l’abbiate capito dalle innumerevoli ricette che ho pubblicato su Cucina & Svago.

Che siano agnolotti, cappelletti, tortellini, tortelloni, casoncelli, anolini o cappellacci:

Cambiano le regioni italiane, cambiano i nomi ma l’importante è che la pasta all'uovo ripiena sia home made!

 

Qualche esempio?

Tra le ultime ricette ho dei tortelli di zucca e ricotta conditi con burro e timo e con l’aggiunta del ciauscolo: una delizia a non finire!

Se invece vi piacciono i ripieni intriganti ho preparato una versione a base di salsiccia e castagne, oppure gamberi e stracciatella o, ancora, dei ravioli con mascarpone e mortadella.

I tortelloni al salmone e ricotta restano però tra i miei preferiti.

Se invece volete restare sul classico quelli con il ripieno di brasato fanno per voi.

 

Ma torniamo alla ricetta di oggi e vediamo insieme come preparare i ravioli di patate e porri.

Seguitemi nella ricetta!



 

 

INGREDIENTI PER 50 RAVIOLI

Per la pasta

200 gr. di farina bianca 00

100 gr. di farina di semola + farina per lo spolvero

3 uova

1 cucchiaio di olio

2 cucchiai di acqua

 

Per il ripieno

300 gr. di patate

2 porri

50 gr. di Grana grattugiato

1 cucchiaio di prezzemolo

Noce moscata

3 cucchiai di olio Extravergine d’oliva

Sale fino

 

Per il sugo

4 carciofi

½ bicchiere di vino bianco secco

1 spicchio d’aglio

20 pomodorini

Olio Extravergine d’oliva

1 limone

Sale fino

Pepe nero

 

Qualche chicco di melagrana

 

PROCEDIMENTO

 

Per preparare i ravioli di patate e porri è bene iniziare dal ripieno.

Lavare, affettare il porro, rosolarlo nell’olio e salare.

Pelare le patate, lavarle, tagliarle a tocchi e lessarle in acqua salata.

Schiacciare le patate con i rebbi di una forchetta, unire il porro frullato.

Aggiungere il grana, il prezzemolo, una generosa grattata di noce moscata e amalgamare bene il composto.

 

Poi dedicarsi al sugo.

Pulire i carciofi eliminando la punta e le foglie esterne più dure, fino ad arrivare a quelle più morbide.

Tagliare a metà i carciofi, eliminare la barba interna e metterli in acqua e spremuta di limone a mano a mano che vengono puliti.

Tagliarli a fettine sottili.

Rosolare l’aglio in 4/5 cucchiai di olio, aggiungere i carciofi, salare, pepare e far insaporire. Sfumare con il vino bianco, coprire e portare a cottura.

A cinque minuti dalla fine aggiungere i pomodorini tagliati a metà.
Se il sugo dovesse risultare asciutto allungarlo poi con un po' di acqua di cottura della pasta.

 

Unire le due farine. Aggiungere l’olio, l’acqua e le uova, mescolare e lavorare l’impasto con una planetaria, utilizzando la foglia, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Formare una palla, avvolgerla in pellicola da cucina e farla riposare per ½ ora.

 

Prendere una piccola porzione di impasto (tenendo il resto coperto con pellicola), cospargerla leggermente di farina di semola.

Stendere sottilmente la pasta con un matterello, o con una macchina per la pasta, e formare delle sfoglie.

Se utilizzate la macchina per la pasta passarla nella prima tacca (la più spessa), poi sull’intermedia e poi sulla penultima più sottile.

 

Distribuire, con un cucchiaino o con un sac à poche, in modo distanziato dei piccoli mucchietti di ripieno sulla sfoglia, sovrapporre un’altra sfoglia facendo uscire l’aria e premendo bene i bordi. Volendo li si può inumidire con acqua per far aderire meglio la pasta.

Tagliare con un coppa-pasta rotondo.

 

Lasciar asciugare i ravioli su un canovaccio cosparso di semola fino al momento di cuocerli.

E’ possibile surgelare i ravioli. Sarà poi sufficiente tuffarli in acqua bollente ancora surgelati.

 

Lessare i ravioli di patate e porro in acqua bollente salata e quando cotti condirli con il sugo di carciofi. Impiattare terminando con qualche chicco di melograno e servire subito.




 

 

 

 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System