I ravioli ai gamberi e stracciatella: valido primo di Natale

RAVIOLI FATITI IN CASA AI GAMBERI E STRACCIATELLA
 

Non possono mancare, tra i primi piatti natalizi, i ravioli fatti in casa, così come gli gnocchi o le lasagne. Sono tutti piatti che si prevedono per un pranzo importante, preparazioni elaborate ma tanto buone.

I ravioli sono fatti di pasta fresca che si arricchisce di ripieni golosi, dando vita ad una specialità da degustare come primo piatto.

La pasta fatta in casa, in tutta la sua bontà, si presenta con un ripieno che permette alla fantasia di liberarsi.

Io ho una predilezione per i ravioli! Li preparo spesso e mi piace giocare con gli ingredienti da mettere al loro interno, infatti cerco sempre abbinamenti inusuali, come questo a base di gamberi e stracciatella.

Negli anni ne ho fatti di diversi tipi, anche se tra i miei preferiti ci sono i ravioli ripieni di ricotta e salmone affumicato, molto semplici da preparare, oppure quelli al mascarpone e mortadella conditi con sugo di cipolle.

Quindi, cari amici, se siete alla ricerca di un primo piatto di Natale dal sapore insolito e dal successo assicurato, scegliete di preparare questa pasta fatta in casa ripiena di gamberi e stracciatella, certamente, non deluderete i vostri ospiti.

Dopo Natale, raccontatemi com’è andato il vostro menu delle feste… sono curiosa!



 

 

INGREDIENTI

Per la pasta

250 gr. di farina 00

50 gr. di semola + quella per lo spolvero

3 uova

1 cucchiaio di olio

2 cucchiai di acqua tiepida

 

Per il ripieno

500 gr. di code di gamberi

1 clementina BioExpress

200 gr. di stracciatella di burrata

150 gr. di ricotta

1 cucchiaio raso di prezzemolo tritato

Pepe nero

Sale q.b.

 

Per il condimento

40 gr. di burro

1 spicchio d’aglio

La panna della stracciatella

3 foglie di salvia

2 clementine BioExpress

1 pizzico di sale

 

PROCEDIMENTO

 

Per il ripieno

Eliminare dai gamberi il carapace e togliere il filetto nero che si trova al loro interno. Sciacquarli bene, asciugarli, tagliarli a pezzetti piccoli (tranne alcuni che serviranno per la decorazione) e scottarli per un minuto in acqua bollente salata alla quale è stata aggiunta la spremuta di un mandarancio. Scolare i gamberi e raccoglierli in una ciotola.
 

Prelevare la stracciatella, tenendo da parte la panna, tritarla grossolanamente con la mezzaluna, o al coltello, aggiungerla ai gamberi insieme alla ricotta, al prezzemolo e ad una generosa grattata di pepe.

Mescolare per amalgamare il tutto.

 

Per il condimento

Sciogliere in un pentolino il burro con l’aglio tagliato a fettine e la salvia, far insaporire qualche minuto. Aggiungere la panna della stracciatella e amalgamare. Regolare di sale.

 

Per la pasta

Unire le due farine e mescolarle. Aggiungere l’olio, l’acqua e le uova, mescolare e lavorare l’impasto con le mani (o con l’aiuto di una planetaria) fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formare una palla, trasferirla in un piatto infarinato e coprirla con pellicola. Lasciar riposare la pasta in frigorifero per 30 minuti.
 

Prendere una piccola porzione d’impasto (tenendo il restante coperto con pellicola), cospargerla leggermente di farina di semola.

Stendere sottilmente la pasta e con un matterello o con una macchina per la pasta formare delle sfoglie.

Io ho tirato la sfoglia sottile fino alla penultima tacca della macchina per la pasta.

Coppare con un coppa-pasta rotondo, disporre la pasta su un forma-raviolo richiudibile infarinato, mettere al centro poco ripieno e chiudere formando il raviolo.





 

Disporre i ravioli su un telo infarinato e farli asciugare.

Procedere nello stesso modo fino a terminare la pasta.

Portare a cottura i ravioli in abbondante acqua salata, scolarli con una schiumarola e condirli con il sugo.




 


Terminare grattugiando la buccia delle clementine e decorando con i gamberi interi tenuti da parte.







 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System