Antipasto creativo: crackers di riso Artemide e crema di piselli

CRACKERS DI RISO ARTEMIDE CON CREMA DI PISELLI
 

La ricetta dei crackers di riso Artemide (detto anche riso nero!) con crema di piselli e lardo di Colonnata è una semplicissima preparazione che soddisfa ogni palato, anche quello dei più curiosi.

La base dei cracker di riso Artemide è di semplice esecuzione perché prevede soltanto molta pazienza per cuocere un riso che richiede dei tempi di cottura più lunghi rispetto agli altri, ma che in realtà fa tutto da solo! Sarà sufficiente mescolare di tanto in tanto perché l’acqua di cottura dovrà assorbirsi completamente.

La crema di piselli che accompagna questi particolari cracker di riso è una crema delicata. Oltre ad essere molto buona, invoglia sin dal primo momento per il suo colore verde brillante. A bilanciare il tutto un lardo di Colonnata saporito, che farà da trait-d’union dei due sapori.

Potrete offrire questi cracker come antipasto oppure come sfizioso aperitivo. Se poi avete voglia di sperimentare potete giocare con altre creme a altri abbinamenti da creare a seconda della stagione.

Vi confesso che i cracker di riso Artemide possono essere gustati anche da soli. La loro croccantezza conquisterà anche coloro che hanno problemi di glutine.

Proponeteli insieme a dei grissini fatti in casa e aromatizzati alle erbe e a della focaccia pugliese con i pomodorini e avrete già una bella base per un aperitivo informale ma goloso. Se poi propendete per una proposta “rinforzata” aggiungete qualche piadina fatta in casa e arricchita da saporiti affettati: in Italia abbiamo soltanto l’imbarazzo della scelta!

Ecco, ora che vi ho fornito un po’ d’idee non vi resta che stendere la lista degli invitati ed il gioco è quasi fatto.

Mancano in effetti dei cocktail freschi e dissetanti, che in questa torrida stagione estiva vanno per la maggiore. Se date un’occhiata alla sezione del blog “di tutto un po’” troverete delle proposte di cocktail analcolici e delle proposte di cocktail dissetanti da preparare velocemente.

 


 

INGREDIENTI

Per i cracker

200 gr. di riso Artemide Riso Buono

750 gr. di acqua

Sale fino

Pepe bianco

 

Per la crema

200 gr. di piselli freschi (ma vanno bene anche i surgelati)

1 patata di circa 100 gr.

1 scalogno piccolo

Qualche ago di rosmarino

Olio extravergine d’oliva

Sale fino

 

Lardo di Colonnata q.b.

 

½ litro di olio di arachidi

 

PROCEDIMENTO

Per i cracker

Far bollire l’acqua salata nella dose indicata e lessare il riso con coperchio per circa un’ora.

 


 

Frullare immediatamente e altrettanto celermente trasferirlo tra due fogli di carta forno ed appiattirlo sottilmente con un matterello.

 


 


Togliere soltanto il foglio di carta forno nella parte superiore e trasferire il riso sulla carta su cui è stato appiattito in forno statico a 150°C per circa un’ora.

Il riso deve risultare molto asciutto e abbastanza malleabile.

 

 


Spezzettare il riso in maniera irregolare e friggerlo per qualche minuto in olio bollente. Far scolare su un foglio di carta da cucina.

Attenzione a non farlo bruciare poiché il colore scuro del riso non vi permette di verificare la frittura.

 

 


Per la crema

Sgranare i piselli e cuocerli in acqua bollente salata per pochi minuti e passarli immediatamente in acqua e ghiaccio per mantenere il colore.

Tenere da parte alcuni piselli per la decorazione.

Tritare lo scalogno, farlo rosolare in un paio di cucchiai di olio e aggiungere i piselli e la patata sbucciata e tagliata a cubetti.

 


 

Cuocere a fiamma vivace. Nel caso in cui dovesse asciugarsi troppo aggiungere pochissima acqua.

Frullare il tutto, eventualmente aggiungendo poco olio.

 

Trasferire il composto in una sac à poche con bocchetta zigrinata.

 

Su ogni cracker mettere un pezzetto di lardo, un ciuffetto di crema di piselli e terminare con un pisello fresco.

 

 

 

Amico in cucina

 

   


 

Fondamentale in questa ricetta è stato il riso Artemide di Riso Buono, che è un mix tra riso Venere e riso Indica, caratterizzato da un granello lungo e dal colore rossastro tendente al nero.

Si tratta di un riso integrale dal gradevole sapore aromatico con un alto contenuto di ferro e silicio, quest’ultimo utilissimo per il suo potere anti-ossidante.

In questo caso la ricetta l’ha visto protagonista in una preparazione più strutturata ma se consumato semplicemente bollito e raffreddato può essere accompagnato da semplici abbinamenti come gamberetti e avocado, verdure crude o una crema di pomodoro con cubetti di formaggio stagionato.

commenti

Claudia Aglio - Lun 07/10/2019 18:12

Complimenti, una bellissima idea di grande effetto!! Sperimenterò!

Rispondi
Awesome Image

Cucina & Svago - Lun 07/10/2019 18:15

Prova Claudia. Sono davvero sfiziose!

Rispondi

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System