Il tonno di pollo con la gelatina al mirtillo e la salsa alla senape: vi svelo la ricetta

TONNO DI POLLO CON GELATINA DI MIRTILLO
 
 
Il tonno di pollo è una ricetta che permette una preparazione anticipata e che è di una facilità estrema.
Ve lo avevo promesso e quindi eccomi qua a farvi partecipi della ricetta che ho imparato la scorsa settimana all’Atelierdei Sapori. Ho sperimentato il tonno di pollo servito con una dolce gelatina di mirtillo ed una  saporita salsa alla senape. Sapori contrastanti che si sposano in maniera ottimale con il pollo.
La ricetta è molto facile e non richiede particolari doti in campo culinario. E’ infatti sufficiente preparare una base per insaporire il pollo che, lessandosi, farà tutto da sé ! La comodità è che si tratta di un piatto che va preparato in anticipo per lasciar insaporire la carne e quindi, in caso di ospiti, sarà sufficiente disporre l’insalata in un piatto di portata, aggiungere tonno e patate e terminare con le gelatine per dare un tocco di colore.
Volendo si possono aggiungere anche dei pomodori tagliati a pezzetti ed il piatto è pronto per essere gustato.
 
 
 
 
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
Per il tonno di pollo
3 cosce di pollo
1 costa di sedano
1 carota
1 cipolla
10 chiodi di garofano
1 cucchiaio di grani di pepe misti (pepe rosa, nero, bianco, verde)
1 bicchiere di vino bianco
Alloro
Aglio
4 patate medie
Olio extravergine di olio
 
1 cespo d’Insalata
 
Per la gelatina di mirtillo
200 ml di succo di mirtillo selvatico di montagna Rigoni di Asiago
50 gr. di zucchero
50 ml. di acqua
Succo di 1 limone
10 gr. di colla di pesce
 
Per la salsa alla senape
½ bicchiere di olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di senape
½ limone spremuto
1 pizzico di sale
 
 
 
PROCEDIMENTO
Per la cottura del tonno di pollo
In una pentola mettere abbondante acqua fredda (circa 4 litri), sedano, carota e cipolla precedentemente pelati e tagliati a pezzetti. Aggiungere 2 foglie di alloro, i grani di  pepe, i chiodi di garofano ed il vino bianco. Salare e far bollire per 15 minuti. Lavare accuratamente le cosce ed asciugarle con della carta assorbente.
Cuocere le cosce nel brodo a fuoco basso fino a quando la carne si stacca dall’osso. Far raffreddare nell’acqua di cottura.
Eliminare la pelle e staccare la carne riducendola a pezzettini con le mani e farla asciugare su un tagliere.
Disporre la carne in un barattolo di vetro mettendo sul fondo un po’ di olio. Fare degli strati con carne, olio, fettine di aglio e timo. Pressare un po’ la carne e terminare con l’olio, che deve coprirla completamente.
Lasciar riposare in frigorifero per 2/3 giorni.
 
Per la gelatina di mirtillo
Mettere a bagno la gelatina in acqua fredda per 10 minuti.
In un pentolino mettere l’acqua con lo zucchero e portare a bollore. Allontanare dal fuoco, aggiungere la gelatina ben strizzata e far sciogliere. Unire il succo di mirtillo, mescolare bene e mettere il composto in stampini di silicone.
Far rapprendere in frigorifero per qualche ora. (Foto 1)
 
 
 
 
Per la salsa alla senape
Nel bicchiere del frullatore mettere tutti gli ingredienti e frullare per qualche minuto. Trasferire la salsa in una piccola ciotola e servire subito.
 
Pelare le patate, lavarle e lessarle in acqua bollente. Scolarle e tenerle da parte.
 
Servire il pollo (che andrà tolto dal frigorifero qualche ora prima) disposto su un letto di insalata (eliminando aglio ed alloro). Sformare la gelatina e disporla tutta intorno al piatto. Al centro mettere la ciotolina con la salsa alla senape.
Servire subito.
 
Amici in cucina
 
Succo di mirtillo selvatico di montagna Rigoni di Asiago
 
 
Il succo di mirtillo non è soltanto da bere. Il suo impiego in cucina abbraccia infatti anche diverse ricette dolci o salate. In questo caso è stato utilizzato per realizzare la gelatina di mirtilli  che, partendo da una materia prima ottima, si è rivelata davvero speciale. Dolcificato soltanto con succo e zucchero di mele biologiche, è ottimo come fresca bevanda estiva.
 
 
Stampo in silicone 8 semisfere di Pavonidea
 
 
Lo stampo in silicone 8 semisfere mi è stato utile per poter presentare al meglio la mia gelatina di mirtillo. E’ stato sufficiente preparare il composto, versarlo nello stampo e lasciarlo rapprendere in frigorifero.
Sformare le gelatine al mirtillo è stato semplicissimo e la loro forma mi ha permesso di decorare a regola d’arte il mio piatto.
Come gli altri stampi in silicone di Pavonidea, lo si può utilizzare sia per preparazioni calde che per quelle che prevedono un rassodamento in freezer.
 
Caratteristiche tecniche:
Diametro 60 mm.
Altezza 30 mm. 
 
 
Atelier dei Sapori: la ricetta proposta è stata presentata in occasione dell’ultimo corso che ho frequentato alla scuola di cucina. Non ho resistito e l’ho subito sperimentata con gran successo. Poi, facendo viaggiare la fantasia il piatto può essere arricchito con altre salse ed altri contorni.
 
 
 
 
 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System