RAVIOLI RIPIENI DI RICOTTA E SALMONE AFFUMICATO

Ravioli ripieni di ricotta e salmone: piccoli scrigni saporiti

RAVIOLI RIPIENI DI RICOTTA E SALMONE AFFUMICATO
 

La pasta fatta in casa non si può certamente definire un piatto di semplice realizzazione ma, per il risultato che si ottiene, vale la pena di impiegare un po' di tempo in cucina.
E' anche vero che con le attrezzature a disposizione attualmente, il processo risulta molto più facile che non tirare a mano la pasta, come le antiche sfogline.
I ravioli del plin sono i miei preferiti, ma in realtà ho una predilezione per la pasta ripiena. Adoro, infatti, anche i ravioli di magro, o ravioli di ricotta in cui il delicato formaggio fa da base a gustosi ripieni.
Il
ripieno di pesce dei ravioli di oggi nasce dall'incontro di due semplici ingredienti, come il salmone affumicato e la ricotta, ed altrettanto semplice è il suo condimento, con quel tocco di buccia di limone per dare freschezza.

L'insieme è un piacevole primo piatto che può essere preparato in anticipo e che richiede una rapida cottura.


 
 

INGREDIENTI PER 6 PERSONE
Per il ripieno
250 gr. di ricotta fresca
120 gr. di salmone affumicato
 
Per i ravioli
300 gr. di farina 00
3 uova
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Qualche cucchiaio di acqua tiepida
1 pizzico di sale fino
 
Per condire
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
100 gr. di burro
1 costa di sedano
La scorza grattugiata di un limone non trattato
Semi di papavero
Pepe nero
Noce moscata
 
PROCEDIMENTO
Per il ripieno
Frullare la ricotta con il salmone affumicato.
 
Per i ravioli
Rompere le uova in una ciotola e mescolare delicatamente i tuorli con gli albumi.
Disporre la farina a fontana su di un piano e salare.
Nel centro della fontana mettere le uova e l’olio.
Con una forchetta incorporare le uova alla farina. Nel caso in cui il composto risultasse troppo dure, aggiungere qualche cucchiaio di acqua tiepida. (Foto 1)
Amalgamare molto bene fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.
 
(Foto 1)

L'impasto potrà essere realizzato anche con una planetaria, utilizzando il gancio.
Lavorare l'impasto energicamente per 10/15 minuti su di un piano, tendendo e raggruppando più volte la pasta. (Foto 2)
 
(Foto 2)

Amalgamare molto bene fino ad ottenere un impasto liscio e morbido. (Foto 3)
 

(Foto 3)


Mettere in una ciotola un po’ di farina, adagiarvi l’impasto, coprire con pellicola e lasciar riposare per mezz'ora.
Riprendere la pasta e dividerla in quattro parti.
Prendere il primo quarto di pasta (tenendo le altre parti coperte con pellicola per non farle seccare) e tirarlo con una macchina per la pasta (io ho tirato la sfoglia con la classica Imperia prima sul nr. 5 per qualche volta e poi sul numero 2).
La sfoglia dovrà essere piuttosto sottile. (Foto 4)

 
(Foto 4)


Distribuire sulla sfoglia delle piccole porzioni di ripieno distanziate tra loro. (Foto 5)

 
(Foto 5)

Con un pennello, bagnare i bordi intorno al ripieno per far aderire bene la pasta in fase di chiusura del raviolo. (Foto 6)
 
(Foto 6)

Ripiegare la sfoglia fino a coprire bene il ripieno. Appiattire bene la pasta che circonda il ripieno e tagliare dei ravioli quadrati con l’apposita rotella zigrinata. (Foto 7 e 8)
 
(Foto 7)
 
(Foto 8)

Continuare nello stesso modo con la pasta rimanente. (Foto 9)

 
(Foto 9)


Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata e portare a cottura, disporli in una terrina e tenere in caldo. (Foto 10)
 
(Foto 10)
 

Per condire
Scaldare olio e burro, senza far colorire troppo. Spegnere il fuoco.
Aggiungere il sedano tagliato a pezzetti, la scorza di limone, il pepe nero e la noce moscata grattugiata (la quantità dipende dai gusti).
Unire i semi di papavero. (Foto 11)
 
(Foto 11)
 

Condire i ravioli e servire subito.

 

 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System