La piadina romagnola: cibo da strada numero uno

PIADINA ROMAGNOLA, STREET FOOD PER ECCELLENZA
 
Ricetta di street food per eccellenza, la piadina romagnola è apprezzata in tutta la nostra penisola e dai turisti stranieri che soggiornano in riviera per una vacanza al mare.
Considerata la numero uno tra il cibo da strada, si affianca alle crescentine, al gnocco fritto, alla crescia, al panzerotto ..... Ecco potrei elencarvene molti altri visto che la nostra penisola ne è davvero ricca.
Questi sono soltanto alcuni tra i più famosi e apprezzati.

Semplici ed economici sono gli ingredienti che la compongno, ma per ripieno vi consiglio di scegliere dei prodotti di qualità per esaltare il suo sapore.

 
Sfiziosa ricetta facile e veloce, la piadina emiliana la si gusta ripiena del classico prosciutto crudo e squacquerone, accompagnati da rucola fresca, oppure da altri affettati e formaggi di vostra preferenza.
Non possiamo certamente dimenticarci la versione con
pomodoro e mozzarella arricchita da un olio extravergine d’oliva della nostra terra e quel pizzico d’origano che non guasta.


Anche se ormai la piadina la si trova già pronta al supermercato, la soddisfazione di prepararla con le nostre mani e gustarla appena fatta non ha paragoni!

Ora seguitemi perché vi spiegherò nel dettaglio come fare la piadina fatta in casa.



 
 
 
INGREDIENTI
Per la piadina
400 gr. di farina 00
40 gr. di strutto
50 ml. di acqua tiepida
100 ml. di latte
½ bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate
Un pizzico di sale fino

 
Per il ripieno, alcuni suggerimenti
Prosciutto crudo, pomodori e insalata
Prosciutto cotto, maionese e mozzarella
Prosciutto crudo, squacquerone e rucola
Prosciutto cotto, salsa rosa e mozzarella
Mozzarella, pomodoro, origano, olio
Verdure alla griglia

 
PROCEDIMENTO
Setacciare la farina con il lievito, aggiungere il sale, aggiungere lo strutto morbido e mescolare bene.
Aggiungere il latte e l’acqua tiepidi ed amalgamare molto bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Formare una palla, riporla in una terrina coperta con un telo umido e lasciar riposare per 1 ora. 

Dividere l’impasto in più parti ed appiattire ognuna di esse su di un piano infarinato con un matterello, fino ad ottenere dei dischi di circa 18 cm. di diametro e 5 mm. di spessore. 


 
 
Scaldare una piastra in ghisa o una padella antiaderente e cuocere la piadina su entrambi i lati per qualche minuto. Nel caso in cui si formassero delle bolle, vi consiglio di forarle con i rebbi di una forchetta.
 
 

 
 
Le nostre piadine sono pronte per essere farcite e gustate!




Amici in cucina

E se la bontà delle piadine è fatta anche dalla farcitura, Marco D'Oggino è il numero uno!
Ecco perché vi parlavo di qualità del prodotto da utilizzare per farcirle.
Nelle mie piade ho messo sia il loro prosciutto crudo dolce che si caratterizza per la sua dolcezza e la Collinetta, per cui ho veramente un debole .si tratta di una pancetta arrotolata,e cotta, dal sapore leggermente affumicato.
V'invito a consultare il loro sito perché i prodotti MDO sono una vera garanzia di bontà e quindi potrete tranquillamente ordinarli sul sito. Ne resterete sicuramente soddisfatti.
 
 
 
 
 
 
 
 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System