Pasta con pomodori confit e stracciatella: gusto intenso nel primo piatto

PASTA CON POMODORI CONFIT E STRACCIATELLA
 

I pomodori confit sono dei pomodori saporiti cotti in forno.

Di solito vengono tagliati a metà, svuotati dei semi, cosparsi leggermente di zucchero, sale, olio e erbe aromatiche.

Asciugandosi in forno racchiudono tutto il loro gusto.

Cotti a bassa temperatura, necessitano di circa un’ora per arrivare a cottura.

Ecco, ora che vi ho raccontato questo procedimento, che porta ad ottenere dei pomodori sfiziosi da usare come antipasto, ma anche per guarnire primi o secondi piatti, e che io preparo spesso, vi confesso che ieri non avevo tanto tempo e li ho cotti in padella. Ecco l’ho detto!!!

Vi dirò che sono venuti altrettanto bene e che la mia pasta condita con pomodori confit, stracciatella, pangrattato e con l’aggiunta di capperi e acciughe si è rivelata STREPITOSA e sto già pensando di ripeterla.

La realizzazione è farina del mio sacco ma anche qui (e via con la seconda confessione!) devo dirvi che mi sono ispirata al numero di Sale & Pepe di luglio 2019. Nel magazine venivano proposte diverse ricette di primi piatti con protagonista la stracciatella: una più buona dell’altra.

Non ne ho potuta replicare una pari pari perché ho dovuto far conto con ingredienti che avevo in casa: la stracciatella era, ovviamente, uno di essi!

Seguitemi nella preparazione che segue perché la pasta con i pomodori confit e stracciatella è una ricetta molto facile ma di grande successo.



 

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

350 gr. di pasta formato mezzi rigatoni La Molisana

500 gr. di pomodori ciliegini BioExpress

100 gr. di stracciatella di burrata

1 cucchiaio di capperi sotto sale

4 acciughe sott’olio

3 cucchiai di pangrattato

1 cucchiaino di zucchero di canna

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaino di origano

Olio extravergine d’oliva

Sale fino

 

PROCEDIMENTO

Dissalare i capperi in acqua fredda per 15 minuti, asciugarli e tritarli insieme all’acciuga. Tenere da parte.

Lavare i pomodori, asciugarli, tagliarli a metà e svuotarli dei semi.





 

In una padella scaldare un po’ di olio con l’aglio tagliato in 2-3 pezzi e far rosolare.

Aggiungere i pomodorini e far cuocere a fuoco vivace. Aggiungere lo zucchero e l’origano, salare leggermente e mescolare. I pomodori dovranno essere cotti, ma non sfatti e dovranno rilasciare un sughetto denso.

Unire il composto di capperi e acciughe.





 

In un’altra padella scaldare 2/3 cucchiai di olio, aggiungere il pangrattato e far imbiondire, senza bruciare. Tenere da parte.






 

Portare a cottura la pasta tenendola piuttosto al dente e trasferirla nella padella del sugo e spadellarla per qualche minuto unendo un po’ di acqua di cottura della pasta.

Impiattare e terminare con il pane grattugiato e la stracciatella di burrata.





 

Amico in cucina

 

Non posso non spendere due parole sulla materia prima di questo piatto.

Il gusto intenso dei pomodori sono riuscita ad ottenerlo perché ho utilizzato i pomodori ciliegini di BioExpress e quindi, pur avendo scelto un metodo di cottura alternativo, la riuscita è stata ottima.





 

BioExpress è il mio fornitore di frutta e verdura biologiche e garanzia di grande qualità!


Nel set
Stoffe Christian Fischbacher "Amira" e "Margarita". Due stoffe che hanno reso elegante la mia mise en place. 



commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System