La morbidezza delle patate per i ravioli con ripieno di pescatrice

RAVIOLI DI PATATE RIPIENI DI PESCATRICE
 
 
Ma chi l'ha detto che i ravioli sono solo di pasta? I ravioli che propongo oggi, che chiamerei piuttosto ravioloni, sono di patate con un gustoso ripieno di pesce. Non si tratta dei classici ravioli, ma sono un morbido involucro che racchiude la delicata rana pescatrice, che ben si presta a questo primo piatto. Il tutto corredato da un leggero sugo di pomodoro che esalta il loro gusto, senza coprire il sapore di mare.




Ravioli di patate ripieni di pescatrice

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
 
Per i ravioli
1 Kg. di patate rosse o a pasta gialla
2 hg. di farina «0»
1 uovo intero
Sale q.b.
 
Per il ripieno
3 hg. e ½ di pescatrice (già pulita)               
4 cucchiai d’olio d’oliva                       
1 tuorlo                            
2 cucchiai di mascarpone o ricotta               
1 mazzetto piccolo di prezzemolo         
1 spicchio d’aglio
Sale e pepe q.b.
 
Per il sugo di pomodoro
15 pomodori medi (meglio se piccadilly)
4 cucchiai d’olio d’oliva
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto piccolo di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
sale q.b.
 
PROCEDIMENTO
Lavare la pescatrice sotto l’acqua corrente e togliere la pelle. Asciugarla e tagliarla a pezzettini piccoli.
In una padella far rosolare l’aglio, unire la pescatrice tagliata, salare, pepare e lasciar cuocere qualche minuto (il pesce  non deve indurirsi). Lasciar raffreddare ed unire un trito di prezzemolo, 2 cucchiai di mascarpone, l’uovo ed amalgamare il tutto.
In una casseruola anti-aderente tagliare in 2 o 3 pezzi i pomodori, unire l’olio, l’aglio tagliato a fettine ed il sale. Coprire con un coperchio e cuocere per circa 20 minuti a fiamma media mescolando ogni tanto. A cottura ultimata togliere l’aglio e passare al passatutto per eliminare le bucce. Deve risultare un sugo abbastanza liquido. 
A parte lessare le patate, sbucciate e tagliate a grossi pezzi, a vapore per circa 8-10 minuti in pentola a pressione. Appena cotte schiacciarle in una capiente ciotola con uno schiacciapatate ed unire il sale. Lasciar raffreddare quasi completamente le patate ed unire l’uovo e la farina.  
Mescolare molto bene e lavorare con le mani su un piano infarinato affinché gli ingredienti si amalgamino bene e formare una palla.  
Tagliare circa ¼  di palla, adagiarla su un piano infarinato e con un matterello infarinato appiattirla fino ad ottenere un rettangolo dello spessore di circa 3 mm.
Con un coppa-pasta rotondo del diametro di circa 8 cm. realizzare dei cerchi, posizionando al centro il ripieno. Sovrapporre un secondo cerchio facendo aderire la pasta schiacciando i bordi con le dita e poi con i rebbi di una forchetta.
Disporre i ravioli su vassoi infarinati. Nel frattempo far bollire l’acqua  salata dove verranno poi immersi i ravioli (non più di 4 per volta), che saranno pronti non appena verranno a galla. Si consiglia di toglierli dall’acqua con un mestolo molto forato.
Sistemare 2/3 ravioli nel piatto e condire con il leggero sugo di pomodoro precedentemente realizzato, cospargere di prezzemolo tritato e servire caldi.
 
NOTA: ricordate che è fondamentale far raffreddare le patate perché altrimenti quando si andrà ad unire la farina la pasta risulterebbe troppo molle. I segreti delle mamme sono sempre utili!
 
 
 
 
 
 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System