Cerchi un antipasto gourmet? Ecco lo sformato di cavolo viola e salmone

RICETTA SFORMATO DI CAVOLO VIOLA E SALMONE
 

La cucina è sapore, ma è anche colore.

Cosa c’è di meglio se non mangiare prima con gli occhi e poi assaporare ciò che vediamo?

La ricetta dello sformato di cavolo viola (qualcuno lo chiama anche flan) e salmone è ricca di colori di stagione che rendono allegra la nostra tavola. Due colori accesi, due consistenze differenti che accolgono il salmone ed i pomodorini confit che si contrappongono al gusto deciso del pesce.
 

Un antipasto gourmet da proporre il giorno di Natale, o al cenone di Capodanno per rallegrare i nostri menu.
 

Non so cosa ne pensiate, ma quando mi trovo a cucinare il cavolo viola non smetto mai di stupirmi per quanto è bello da vedere, già mentre lo taglio: è perfetto e ricco di sfumature intriganti. Perfetto come contorno, ma adatto anche per numerosi piatti.

Non è da meno la zucca, che adoro anche per la sua versatilità.
 

Se, come me, amate questo colore provate anche l’antipasto di mare con seppia e gamberi oppure il risotto con cavolo viola e pasta di salame.
 

Voi cosa ne pensate di questo tortino di cavolo viola?

Da me in famiglia ha avuto un grande successo e penso che lo riproporrò a breve per le prossime festività.



 

 

INGREDIENTI PER 8 SFORMATINI

Per gli sformatini

200 gr. di cavolo viola

200 gr. di robiola

2 cucchiai di grana grattugiato

1 cucchiaio di pangrattato

1 uovo

1 scalogno

Olio EVO

Pepe

Noce moscata

Sale fino

 

Per la crema di zucca

½ zucca Delica
2 cucchiai di stracciatella di burrata

½ porro

Olio EVO

Pepe

Sale fino

 

Per guarnire

Salmone affumicato

Pomodori datterini

Mielbio di castagno Rigoni di Asiago

Qualche rametto di timo

Olio EVO

Sale fino

 

PROCEDIMENTO

Affettare finemente il cavolo viola, lavarlo in acqua fredda e cuocerlo in una padella dopo aver fatto rosolare lo scalogno a fette in 3 cucchiai di olio. Regolare di sale.

Frullarlo insieme alla ricotta.
 

Unire l’uovo, il pangrattato e profumare con noce moscata e pepe.

Amalgamare bene il tutto.

Ungere degli stampini da muffin e distribuire il composto, che non deve superare i ¾.

Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 30 minuti.

Lasciar raffreddare completamente prima di sformare.



   
 

 

Tagliare a metà i pomodorini, eliminare l’interno.

Scaldare un paio di cucchiai di olio, aggiungere i pomodorini, salare e aggiungere il miele e cuocere per qualche minuto a fiamma vivace.




 

Eliminare la buccia e i semi della zucca e tagliarla a pezzetti piccoli.

Far rosolare in un paio di cucchiai di olio il porro, aggiungere la zucca, il pepe, salare, incoperchiare e cuocere fino a quando diventa tenera.

Eventualmente aggiungere un po’ di acqua calda nel caso si asciugasse troppo.

 

Frullare la zucca insieme alla stracciatella e distribuirla nei piatti.

 

Mettere al centro il tortino, aggiungere il salmone ed il pomodorino confit e terminare con il timo fresco.

 

L’ideale è servire subito i tortini di cavolo viola e salmone, ma se lo desiderate, potete anche tenerli al fresco e intiepidirli prima di servirli: saranno comunque buoni.

Mi sembrano delle ottime ragioni, non lo pensate anche voi amici miei?



 

Amico in cucina



 

 

Mielbio di Castagno è uno dei miei preferiti di Rigoni di Asiago.

La sua consistenza liquida ed il suo aroma deciso ed il suo gusto leggermente amarognolo mi conquistano fin da subito.

E’ un miele biologico che trovo perfetto da abbinare alle mie ricette salate.

Un miele dal gusto autunnale/invernale che arricchisce di sapore i miei piatti.

Ottimo da accompagnare allo yogurt o ai formaggi stagionati.

 

E poi volete sapere perché lo scelgo?

Perché Rigoni di Asiago è per me una garanzia di materie prime biologiche eccellenti, di azienda attenta alla sostenibilità, che rispetta la natura e che ha a cuore il benessere dei propri consumatori.

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System