Cucina cinese: la ricetta dei ravioli cinesi – Shao Mai - cotti al vapore

RAVIOLI CINESI - SHAO MAI - COTTI AL VAPORE
 

La mia passione per i ravioli è nota. Se fate una ricerca sul sito con questa parola chiave diverse sono le ricette vi appaiono: ce ne sono per tutti i gusti!

Oggi però mi sono cimentata nella preparazione dei ravioli cinesi, per cambiare un po’.

Chiamarli però così è un termine troppo generico.

Se diciamo ravioli in Italia è la stessa identica cosa: cappelletti, agnolotti, ravioli del Plin, tortellini sono soltanto alcuni degli innumerevoli che cambiano nome e ripieno a seconda delle regioni.

Come da noi, di ravioli cinesi ne esistono diversi tipi a seconda della zona, del ripieno e del tipo di cottura.

Prima di arrivare alla descrizione della ricetta leggete ciò che segue: sono utili informazioni per prepararli al meglio e secondo i vostri gusti.

 

Il ripieno dei ravioli cinesi: quale scegliere

Diversi sono i loro ripieni: di carne, di verdure, di pesce come granchio, gamberi o altri frutti di mare, mix di carne e verdura, ma anche altro.

Quelli di carne sono fatti di carne di maiale, pollo, manzo, etc., mentre quelli di verdure hanno un ripieno a base di cavolo cinese, verza, porro, carote, cavolo cappuccio.

Tra gli altri ingredienti troviamo il vino di riso, lo zenzero, l’olio di sesamo, la salsa di soia.

La cosa importante, però, è che bisogna lasciar riposare il ripieno prima di trasferirlo nei ravioli, affinché i sapori possano amalgamarsi.

 

Come chiudere i ravioli cinesi

Regola numero uno: oltre che bella, la chiusura dei ravioli dev’essere ben salda affinché il ripieno non fuoriesca in cottura.

Diversi sono i modi di chiudere queste specialità: si può procedere facendo diverse pieghe una volta uniti i due lembi di pasta, oppure di molto simile ai nostri cappelletti la chiusura Yuan Bao.

Siccome non voglio annoiarvi non ve li nominerò tutti, ma mi concentrerò su quelli della ricetta che ho preparato oggi: i Shao mai, lasciati aperti sulla sommità, cosa che permette di intravedere il ripieno, e che vengono decorati con verdure o legumi. Una chiusura facile e alla portata di tutti.

 

Per certo la manualità migliorerà con il tempo e quindi il mio consiglio è quello di prepararli spesso affinché possiate diventare sempre più veloci.

 

Come si cuociono i ravioli cinesi?

Si possono bollire in acqua salata, avendo l’accortezza di prelevarli dalla pentola con un mestolo forato una volta venuti a galla, cuocerli a vapore come nel mio caso mettendo sulla base della vaporiera delle foglie di verza o carta forno, oppure sulla piastra dopo però averli precedentemente bolliti.

 

Come condire i ravioli cinesi

I ravioli cinesi si possono condire con salse differenti, la più semplice e comune resta però la salsa di soia. Quella che io stessa prediligo.

Si intingono nella salsa e di degustano subito.

 

Allora? Siete pronti a cimentarvi in questa specialità?



 

 

INGREDIENTI

Per i ravioli

250 gr. di farina Tipo 1 (oppure Tipo 0)

150 gr. di acqua bollente

1 pizzico di sale fino

 

Per il ripieno

250 g di trita scelta di maiale

80 gr. di cavolo cinese

1 pezzetto di cipolla

Qualche stelo di erba cipollina

1 cucchiaino di olio di sesamo

1 cucchiaio di olio di semi

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di fecola di patate

Pepe nero

Sale fino

 

Per la finitura

Pisellini cotti

Carota grattugiata finemente

 

Salsa di soia

 

PROCEDIMENTO

Mettere la farina in una ciotola, aggiungere l'acqua bollente tutta in una volta. Amalgamate bene e impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo e liscio. Avvolgere in pellicola per alimenti e lasciar riposare mezz'ora.

 

In una ciotola mettere la carne di maiale, il cavolo cinese lavato e tritato, la cipolla e l’erba cipollina tritate finemente, l’olio di sesamo e quello di semi, lo zucchero, la fecola di patate, il pepe nero ed il sale fino.

Amalgamare bene il tutto e lasciar riposare circa 30 minuti.

 

Dividere l’impasto in piccole parti e stenderlo sottilmente a mano o con l’aiuto di una macchinetta per la pasta.

Io ho utilizzato una macchinetta per la pasta inizialmente sul nr. 1, poi 4 e infine 7.

Con un coppapasta del diametro di 6 cm di diametro intagliare tanti dischetti e al centro di ognuno porre un po’ di ripieno.





 

Pizzicare la sfoglia di ogni raviolo in più parti fino a chiuderlo, ma non totalmente.

Terminare con la carota grattugiata ed un pisellino.

Sistemate man mano i ravioli cinesi su un telo infarinato.



    



 

 

Bagnare e strizzare un foglio di carta forno e metterlo in una vaporiera.

Io ho utilizzato la Multicooker Good To Go di Russell Hobbs con la funzione cottura a vapore.




 

In alternativa, si può rivestire la vaporiera con foglie di verza.

Cuocere per circa 15 minuti dal momento dell’ebollizione.

 

Servire i ravioli cinesi ben caldi accompagnati con salsa di soia.

 

Amica in cucina

 

Quanto mi aiuta la mia Multicooker Good to Go di Russell Hobbs!

Mi offre diversi tipi di cottura: dalla rosolatura alla cottura lenta, dalla cottura a vapore a quella sottovuoto.

Non resta che scegliere ed effettuare pochi altri passaggi, poi il resto lo farà lei.

La sua capienza la rende perfetta per una famiglia e poi, una volta terminato di cucinare, via il lavastoviglie e io a riposarmi!

 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System