Love Cocktail di Luxury Files Magazine nel lussuoso contesto dell’Hotel Diana

LUXURY FILES FESTEGGIA A MILANO LA PRIMAVERA
 

Luxury Files non si ferma mai e per il suo evento di primavera intitolato “Love Cocktail” sceglie il raffinato Hotel Diana Majestic, amato dai milanesi come location per aperitivi, eventi, o lanci moda per dare il benvenuto alla stagione più amata.
Al calar della sera, in una piacevole serata di mezza stagione, dall’incantevole Gazebo Lounge si sono potuti ammirare luci e colori del magico e suggestivo giardino esterno.

 
 


Questa è stata la cornice di un evento che ave a come filo conduttore l’amore: dall’invito ai brillanti cuori fucsia indossati da tutti i partecipanti; un segno distintivo, un tocco di colore e di allegria per un piacevole momento d’incontro tra mondi di eccellenza, l’eccellenza di cui Luxury Files racconta da sempre: dalla moda al Beauty, dal Cinema ai personaggi famosi, dall’imprenditoria alla cultura e al Gourmet.
Calorosa è stata l’accoglienza del Direttore editoriale Mara Cella e dal Direttore Creativo Massimiliano Di Stefano, che hanno guidato gli ospiti in un intenso percorso sensoriale tra vini d’eccezione, squisite prelibatezze e dolci dal gusto irresistibile.
 


A completamento di tutto ciò, il percorso olfattivo tra i lussuosi profumi Amouage con due fragranze perfette per il tema della serata: Lilac Love con la sua sensuale nuance di lilla, e Bracken Woman, novità primaverile del brand.

 
 
 


E se tra questi inebrianti profumi mi sono fatta guidare da esaustive vendeuse, che mi hanno raccontato curiosità e composizioni di queste new entry della profumeria, non ho potuto fare a meno di concentrarmi in maniera particolare su Food & Beverage, a cura del Manager Sebastiano Pira.

 


Crudité e “wellness Aperitif” si sono alternati al delicato storione e salmone affumicato di Calvisius Caviareccellenza bresciana cosciuta a livello mondiale per la produzione delle più raffinate prelibatezze: il caviale.
Paolo Croce, Executive Chef, ha invece preparato del riso carnaroli all’onda mantecato con del burro di Caviale Calvisius e spolverato con il Lingotto Calvisius, ottenuto con una peculiare tecnica di stagionatura ed asciugatura, che permette di mantenere tutta la fragranza del caviale ampliandone le possibilità di utilizzo.

 


Il gusto del Lingotto Calvisius risulta infatti essere deciso e ideale per la realizzazione dei piatti più raffinati e creativi, potendolo grattugiare finemente o a grana grossa oppure affettandolo sottilmente. Oltre alle classiche uova o al risotto, può essere anche accostato ad una soffice purea di patate, per un tocco raffinato, oppure ad una vellutata di zucca, per un abbinamento insolito.

 


E le eccellenze italiane non potevano che terminare con un dolce davvero originale presentato in anteprima: la colomba alla camomilla e limone realizzata dallo Chef Dario Loison di Loison Pasticceri dal 1938 
Nata come piccolo forno di panificazione in provincia di Vicenza, è riuscita a rinnovarsi continuamente per restare in linea con i tempi assecondando l’evoluzione del gusto.
Oggi, le tre generazioni che si sono susseguite nel tempo, hanno trasformato quella piccola realtà in una nota azienda artigiana conosciuta a livello mondiale.
Apprezzatissima tra gli ospiti la collezione di biscotteria plurisensoriale Loison da ‘meditazione', presentata in raffinate lattine artistiche by Sonia Design.

 
 
 


Se la pasticceria ha stupito gli ospiti per quei gusti insoliti, non da meno sono state le invitanti praline di cioccolato Rizzati presenti quella sera.

 


Emblema della cioccolateria italiana biologica, Rizzati è una storica azienda di canditori, che vanta una produzione interamente certificata bio e rigorosamente anche 'olio di palma free'.
 
In Italia, sono 4 i negozi monomarca Rizzati presenti sul territorio: Ferrara, Rimini, Cortina, Roma, ma nel mese di maggio è in previsione una nuova apertura a Milanoin C.so Garibaldi. Non si tratta di semplici cioccolaterie, ma di “Atelier del Cioccolato”, che sanno soddisfare anche i palati più golosi.

 


Io non ho saputo resistere alle “more di caffè” fatte da una ricca miscela di caffè in grani, derivati da coltivazioni biologiche, e avvolte da un finissimo cioccolato fondente. Le classiche “una-tira-l’altra”!
Anche “Tenerina” è stata oggetto delle mie attenzioni; una torta morbida con cioccolato puro al 61% ed un basso contenuto di lattosio.
 
 


Affascinante e coinvolgente, invece, la storia dei vini La Tognazza raccontata dal Sommelier Vinicio Biancuzzi, che ha invitato gli ospiti a degustare il bianco “Tapioco’ ed i vini della linea Amici Miei, ispirati al celebre film (Tapioco, ComeSeFosse e Antani), oltre alla nuova linea La Tenuta, composta dal bianco 69 e dal rosso Casa Vecchia, presentata di recente da Gian Marco Tognazzi.
Anche in questo caso, un importante esempio d’imprenditoria italiana che sotto al suo tetto riunisce diversi aspetti: cinema, passione, creatività ed innovazione.
 
 
 
Insomma, una piacevole serata all’insegna di eccellenze, di raffinatezza e di storie da raccontare in una lussuosa cornice, perfetta per accogliere Luxury Files Magazine ed i suoi ospiti.

 


 
 
 

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System