Shockino è la personalizzazione del cioccolato di qualità

SHOCKINO: LA PRALINA COMPONIBILE DI DESIGN


 

Quando guardiamo una scatola di cioccolatini ci sembra di avere a disposizione una scelta immensa, ed è vero. E’ vero, però, che a volte ci piacerebbe una combinazione che nella scatola non è presente. Quanti cambi vorremmo fare, quindi, guardando quel ben di Dio invitante da morire?E il cioccolatino che resta per ultimo nella scatola perché non incontra il gusto di nessuno? Rimane solingo e poi finisce col non essere mangiato.

Shockino è il cioccolatino che va in controtendenza e si presenta in una maniera completamente innovativa.
Ma dov’è la grande novità? Vi starete chiedendo voi.
Shochino si compone come meglio preferite, secondo i vostri gusti e secondo la voglia del momento; sono diciotto i gusti disponibili per gustare un cioccolatino che risulta nuovo ogni volta che vorrete.
Costituito da una base, un anello esterno e granella (costituita da pinoli, noci e nocciole), forma una pralina dal peso di 14 grammi di cioccolato al latte e fondente al 72% di ottima qualità, che viene accuratamente selezionato tra eccellenze italiane ed internazionali.
 


I prodotti che lo compongono sono 100% biologi, non contengono glutine e sono IGP e DOP; le nocciole, ad esempio, provengono dal Piemonte (IGP) e da Sorrento, mentre le arance sono di Sicilia IGP, tra i prodotti internazionali troviamo la cannella del Madagascar ed il caffè Monorigine del Guatemala.

Shockino può essere assemblato secondo il proprio gusto ma è anche possibile seguire qualche suggerimento in merito agli abbinamenti, che prendono il nome da alcuni stati mentali: Equilibro, con pistacchio di Bronte IGP, cioccolato al latte e nocciole di Giffoni IGP; Passione con liquirizia di Atri, menta di Pancalieri IGP e peperoncino di Calabria; Relax con nocciole del Piemonte IGP, fondente e arance di Sicilia IGP; Energia con caffè monorigine del Guatemala, gianduja e nocciole di Giffoni IGP.

Diverse sono le tipologie di confezioni:

  • Scatola da 216 mix disponibile sia nel formato da 168 gr. (quattro vassoi) Euro 26, sia nel formato da 84 gr. (due vassoi) Euro 14.90.
  • E’ anche disponibile un formato che prevede 27mix da 42 gr. (un vassoio) Euro 6.

 


 

La scatola più grande dispone di 19 card con la storia e le curiosità di ogni gusto e la provenienza del blend del cioccolato. Inoltre due mappe consentono di identificare i singoli gusti all’interno di ogni vassoio.

Vi è già venuta l’acquolina in bocca e vi state domandando dove trovare questa leccornia tutta italiana? Direttamente sul sito www.shockino.it, oppure presso enoteche, negozi specializzati e selezionati.

Ma questa pralina particolare, oltre ad essere un cioccolatino personalizzabile che si compone di differenti gusti e aromi esalta l’artigianalità nel campo del cioccolato e del design italiano.
Non a caso l’attenzione al design è importante per questo prodotto. L’intuizione nasce infatti dai designer Piergiorgio Carozza e Gabriele Cossu che a fine 2014 lanciano sul mercato questa assoluta novità.
Soltanto dopo un anno, Shockino viene insignito da ADI Compasso d’Oro Internazionale come prodotto innovativo nella categoria food design.

 


 

Shockino, che dal suo lancio ha già avuto un enorme successo, è stato presente a numerosi eventi del settore, come il Salon du Chocolat e il Salone del Mobile, ma le novità non finiscono qui.
Un nuovo laboratorio artigianale di più di 200 mq. è stato inaugurato per far fronte alle tante richieste di questo nuovo prodotto e per gestire direttamente il ciclo completo della produzione. Il nuovo spazio, si trova a Ferrazzano, nel comune di Campobasso.

 

 

E ora qualche domanda a Gabriele Cossu, uno dei due food designer che ha ideato Shockino per scoprire qualche dettaglio in più su questo cioccolatino dalle innumerevoli sfaccettature:

 



 

D. Shockino è un’idea decisamente innovativa perché ognuno può comporre la pralina seguendo i propri gusti. Ma così facendo non c’è il rischio che il consumatore finale non sia in grado di fare degli abbinamenti adeguati?
R. La selezione dei gusti ha previsto una logica di abbinamento bilanciata.
Pur mantenendo qualche accostamento più "forte" il risultato finale è sempre adeguato.
Questo poi va messo in relazione con il superamento di alcuni preconcetti relativi ad abbinamenti più particolari.
Con Shockino in consumatore più "conservatore" può creare percorsi di abbinamento più standard, mentre il più sperimentatore può finalizzare mix meno ordinari.

D. Shockino si distingue per le materie prime di alta qualità che vengono utilizzate. Quali sono i mercati da cui importate?
R. Shockino è la risultante di una selezione di oltre 18 fornitori di eccellenze e tipicità. Il nostro network è italiano. Per quanto riguarda le materie prime spiccatamente dello stivale ci rivolgiamo a produttori, o trasformatori, in grado di garantirci schede prodotto e certificati di effettiva provenienza.
I gusti internazionali sono certificati provenire dalle aree indicate, anche se per ora utilizziamo intermediari italiani.

D. Il design è uno degli ambiti in cui l’Italia eccelle. Qual è l’importanza del design in una semplice pralina di cioccolato?
R. Il design è per noi una "evidenza del logico". Non siamo né estremisti della "forma/funzione" né tanto meno "dell'ornamento e delitto" ma crediamo molto nel razionalismo delle forme e dei concetti.
Con questa filosofia abbiamo messo in pratica un prodotto all'interno di un settore dove pesi e dimensioni sono importanti, ma a volte sono un limite alle nuove soluzioni, che sfociano in semplici esercizi di stile per quanto riguarda le forme.
Mettendo sullo stesso piano materie prime e forme, per una funzione innovativa, il risultato è un prodotto coerente, razionale e funzionale. Questo è per noi design.

D. Dopo il successo ottenuto nelle più importanti manifestazioni italiane del food: dal Salon du Chocolat, a Vinitaly, a Cibus. Nei vostri programmi vi sono eventi internazionali a cui state pensando di partecipare?
R. Il 2018 è stato l'anno del nostro debutto come espositori. Un momento chiave per crescere come visibilità e accreditarci insieme agli altri produttori.
La vetrina Cibus a maggio è stata anche una preview per una internazionalizzazione. Crediamo molto in sbocchi commerciali al di fuori dell'Italia e i contatti creati ci hanno regalato subito conferme.
Non abbiamo pianificato per ora presenze internazionali ma guardiamo con molto interesse ad alcune manifestazioni.

D. L’apertura di un nuovo laboratorio artigianale in Molise cosa rappresenta per voi. Quali saranno le novità?
R. Il laboratorio è operativo da novembre 2017 ed è stato per noi un passaggio ed uno sforzo importante, ma necessario.
Seguire costantemente le attività del laboratorio ci ha permesso intanto di focalizzarci sul processo e, allo stesso tempo, acquisire ulteriori competenze per proseguire lo sviluppo dell'idea.
Le novità infatti riguardano la finalizzazione dell'offerta Foodservice. In pratica forniamo la pralina componibile anche a ristoratori attraverso un pacchetto chiaro di gusti e componenti.
Facendo sì che l'operatore professionale possa replicare, coerentemente con la sua soluzione di offerta, l'esperienza della pralina componibile.
L’altra novità riguarda la fornitura catering della pralina componibile. Lo Shockino-Time, infatti, grazie alla costante disponibilità del laboratorio, ci consente di offrire Shockino anche per eventi corporate o privati.
Produciamo in freschezza le nostre praline e replichiamo dove serve la Mix Experience per un pubblico allargato.
Abbiamo anche razionalizzato le confezioni inserendo nuove soluzioni per supportare il posizionamento del prodotto.
In preview ai nostri contatti commerciali abbiamo presentato qualche nuovo prodotto, per un’estensione del marchio verso altre categorie di prodotto.

D. Qual è la vostra composizione preferita in termini di pralina? E qual è la composizione migliore per avere la giusta carica per affrontare la giornata?
R. Impossibile citare un solo abbinamento! Per non sbagliare ne suggeriamo alcune raccolte in un piccolo pacchetto mono-mix "Esperienze".
Ad esempio, Peperoncino di Calabria – Menta di Pancalieri – Liquirizia di Atri. La chiamiamo "Passione".
Gettonatissimo Nocciola di Giffoni – Latte – Pistacchio di Bronte, che chiamiamo "Equilibrio".

 

E voi? Che Shockino siete?!

 

Per ulteriori informazioni: www.shockino.it

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System