IGli italiani durante la quarantena per il Coronavirus scelgono l’home made

ITALIANI E CORONAVIRUS: CUCINA HOME MADE
 

Mai come in quest’ultimo periodo di quarantena dovuto al COVID-19 ci siamo trovati a trascorrere la maggior parte del nostro tempo in casa.

 

A parte qualche sprovveduto che non ha capito la gravità della situazione, la maggior parte degli italiani ha seguito le direttive imposte dal Governo per ridurre il rischio di contagio diffuso per poter tornare, si spera presto, alla normalità.

 

Un periodo duro e faticoso per tutti che lascerà un segno ma che, al tempo stesso, ha tirato fuori da ognuno di noi il meglio della nostra creatività. La creatività che agli italiani non manca!

 

La cucina è uno degli ambiti che più si è sviluppato durante l’emergenza. La mancanza di farina e lievito di birra nei supermercati è stato l’esempio lampante di come le persone si sono organizzate per produrre a casa propria pane di ogni tipo. Persino chi era refrattario alla vicinanza dei fornelli si è cimentato in ricette dalla riuscita soddisfacente.




Macchina del pane Rusell Hobbs


 

Ora stiamo per entrare nella fase due che, come già detto, non prevede il “liberi tutti” ma che riguarda la convivenza con il virus ed un ritorno alla normalità graduale. In proposito rifletto e credo che tante però saranno le persone che non subito si fideranno ad uscire e che continueranno nella loro “autonomia casalinga”.

 

Ecco che in proposito stavo giusto pensando che per poter realizzare tra le mura domestiche ricette di ogni genere è necessario dotarsi dei giusti attrezzi da cucina, che si rivelano dei veri aiuti. Io ne so qualcosa con il blog!

Mi viene da dire che il loro supporto certamente non si ferma a questa fase drammatica che il nostro paese sta attraversando, ma diventeranno dei fedeli alleati per il futuro.




   



Russell Hobbs K65, bollitori dell'anniversario

 



In proposito, mi sono incuriosita in merito all’atteggiamento di alcune aziende che producono accessori da cucina.

Eccomi quindi a colloquio con il Dottor Vieri Pecori Giraldi, Direttore Marketing di Spectrum Brands Appliance, che racchiude sotto il proprio tetto brand come Russell Hobbs, con i suoi piccoli elettrodomestici per la cucina, George Foreman con le sue griglie elettriche e Remington, con i suoi prodotti per la cura della persona. Non dimentichiamoci che parrucchieri ed estetisti vedranno la riapertura solo ai primi di giugno…..

 



Dottor Vieri Pecori Giraldi
Direttore Marketing di Spectrum Brands Appliance



 

D. Come si è mossa la vostra azienda per supportare l’utente finale che desiderava procurarsi gli accessori da cucina necessari per organizzarsi a casa al meglio in questo periodo?

 

R. Siamo rimasti costantemente al fianco dei nostri consumatori. Fortunatamente, il digitale permette di azzerare le distanze e, in questo senso, i nostri canali – sito Web e pagina social – ci hanno aiutato a rispondere in tempi rapidi a ogni possibile necessità. Non solo: il nostro centro assistenza – contattabile da numero verde o via mail – è rimasto attivo per offrire il migliore supporto all’utenza finale, senza lasciare nessuno da solo.

 

 

D. Visto il grande desiderio degli italiani di rendersi autonomi in cucina durante la pandemia, vorrei sapere se la vendita dei vostri prodotti da cucina (dagli accessori alle griglie ecc.) ne ha beneficiato.

Se sì, è poi una mia curiosità personale sapere se anche le vendite di Remington hanno seguito la stessa scia.

 

R. Già in termini generali, i dati ci dicono che gli italiani hanno riscoperto – causa di forza maggiore – il divertimento di preparare a casa cibi di ogni tipo. Dalla pizza alla pasta fatta in casa, basta guardare i social per verificare che, con lo scopo di ‘occupare’ tempo e creare convivialità in famiglia, si assiste a un vero e proprio ritorno della cucina home made. In questo senso, i piccoli elettrodomestici dedicati alla food preparation a cui fa riferimento, sono gli strumenti indispensabili allo scopo: pensiamo alla macchina del pane, alla pasta maker o a una griglia elettrica che consente di cucinare in casa senza fumo e cattivo odore. Come farne a meno?

Relativamente a Remington, posso dire che l’indisponibilità momentanea di parrucchieri e barbieri ha incentivato l’utilizzo di prodotti elettrici come piastre, styler, regolabarba e tagliacapelli anche da parte di una utenza che non aveva ancora mai utilizzato tali strumenti.






   

 

 

D. Dato che la “fine del tunnel” non è ancora vicina, avete intenzione di sviluppare qualche prodotto particolare che possa essere di grande utilità per chi da sempre cucina a casa o per conquistare il nuovo pubblico?

 

R. Inventarsi qualcosa di nuovo, oggi, con la varietà di offerta disponibile nel catalogo Russell Hobbs e George Foreman (parliamo di centinaia di prodotti) non è affare semplice. Annoveriamo una gamma in grado di sodisfare ogni esigenza, dallo chef più esperto all’amatore alle prime armi, che spazia dalla preparazione cibi più tradizionale (robot da cucina, mixer, sbattitori, frullatori, impastatrici) all’offerta che strizza l’occhio a una alimentazione salutare, grazie al nostro Slow Juicer, alla centrifuga elettrica, alla vaporiera e alla friggitrice in grado di cuocere senza olio. Non solo: grande attenzione è posta alla gamma dedicata alla cottura che vede protagonista la macchina Multi Cooker, il cuociriso e il modello Sous Vide per la cottura professionale semplificata. Non posso non citare la gamma Russell Hobbs dedicata al breakfast e le griglie George Foreman….Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta.






 

 

D. Nelle situazioni negative trovo che ci sia sempre un pizzico di positività. Qual è la cosa positiva che si è verificata in questo periodo di pandemia?

 

R. Sicuramente il fatto che, nonostante le difficoltà del momento a cui ci siamo dovuti adeguare in tempi piuttosto rapidi e senza nessun preavviso, siamo riusciti a portare avanti il lavoro di tutti i giorni con grande senso di responsabilità anche da remoto. Tutti i colleghi facevano già qualche giorno di smart working al mese, per cui quando si è dovuto lavorare da casa sempre non è stato un grosso problema: tutti i colleghi erano ben attrezzati e l’intero team Spectrum Appliances è da ringraziare e valorizzare. E poi sapere che la nostra offerta è stata motivo di ‘svago’ e aiuto in questo periodo di emergenza è una bella sensazione…

 

 

D. A livello di comunicazione, invece, che cosa è cambiato e che cosa cambierà in futuro?
 

R. Credo che molte cose cambieranno e che si potrà davvero parlare di periodo pre e post Covid-19 in modo davvero netto. Per rispondere alla sua domanda, è ipotizzabile che la comunicazione convoglierà sempre più nei canali digitali che raggiungono senza dubbio un target di utenza sempre più variegato e ampio, oggi che si è obbligati a stare a casa, con lo smartphone in mano a fare da specchio sul mondo esterno, sempre di più…








 

La ringrazio, anche a nome dei miei lettori, per averci dedicato del tempo.
E’ stato davvero utile conoscere il suo pensiero!

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System