L’Italia culinaria incontra la cucina giapponese da Eataly

NAGASAKI GOURMET DUET: ITALIA E GIAPPONE TOGETHER


 

Per gli italiani cucina giapponese = sushi.

Anche se quelle delizie annaffiate di salsa di soia da gustare in un solo boccone hanno conquistato il palato degli italiani, la cucina giapponese è anche altro!
Come la pizza non è il solo piatto che rappresenta l’Italia, il paese del Sol Levante è ricco di piatti straordinariamente gustosi.

 


Nonostante la grande lontananza tra Italia e Giappone, nel panorama gastronomico, sono molto vicini tra loro: la capacità di abbinare gli ingredienti con creatività, l’estro nel reinventare piatti della tradizione con gusto tipici dell’Italia si affiancano all’elegante presentazione formale della cucina giapponese.
Oltre all’attenzione per gli ingredienti freschi e di qualità, le due nazioni sono accomunate dalla convivialità: nel Paese orientale, a differenza del nostro, le portate compaiono in tavola contemporaneamente e vengono consumate senza un ordine prestabilito.

Italia e Giappone hanno in comune anche alcuni piatti: oltre all’amato fritto – chi non apprezza la tempura? Frittura croccante e leggera - ci unisce infatti la passione per la pasta. Il prodotto italiano più conosciuto al mondo fa parte infatti anche della tradizione giapponese, con due formati tradizionali e allungati rigorosamente a mano: i sōmen e gli udon, che gli italiani sempre più riconoscono e apprezzano.

 


 

E sono proprio questi punti in condivisione a cui si ispira l’iniziativa annunciata oggi alla stampa e definita “Nagasaki Gourmet Duet”, dove la provincia di Nagasaki incontra la cucina italiana.

Le tradizioni gastronomiche dei due Paesi saranno protagoniste da Eataly in un week-end lungo all’insegna dell’eccellenza e della contaminazione culinaria: Nagasaki Gourmet Duet è un evento organizzato e promosso dalla Prefettura di Nagasaki per presentare al grande pubblico e ai professionisti dell’Ho.Re.Ca. i prodotti a marchio Yokamon! Market di Nagasaki.

 


 

Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 gennaio presso Eataly Smeraldo, bandiera del food made in Italy di qualità, sarà presente una selezione dei migliori prodotti della provincia di Nagasaki, territorio noto per la sua ricca produzione agroalimentare e ittica.

Lunedì 15 gennaio la manifestazione cambierà location trasferendosi al Feeling Food Milano, lo spazio polifunzionale dedicato alla realizzazione di eventi enogastronomici realizzato da MGM Alimentari, per un appuntamento dedicato agli chef e agli operatori del settore.

 

 

 

Nei quattro giorni saranno offerte degustazioni gratuite aperte anche al pubblico, con particolare attenzione alla pasta, che maggiormente accomuna i due paesi.
Gli udon, un formato di pasta a base di farina di grano duro realizzato da secoli a mano nella prefettura di Nagasaki, verranno infatti utilizzati per reinterpretare una delle ricette maggiormente rappresentative della cucina italiana: l’amatriciana.

A Eataly, a rappresentare la fusione fra il Paese del Sol levante e l’Italia saranno due chef d’eccellenza: il Maestro Haruo Ichikawa e lo chef Lorenzo Lavezzari, che hanno vinto la Tuna Cuisine Competition al Girotonno di Carloforte 2017 proprio con un piatto di Maguro Shimabara Sōmen, dove i tradizionali spaghetti giapponesi sono stati serviti in brodo con tonno, wasabi e dashi; un piatto ottimo che ho avuto la fortuna di assaggiare oggi.

 


Nella giornata del 15 gennaio presso Feeling Food Milano invece ad affiancare il Maestro Haruo Ichikawa sarà Vito Mollica, grande interprete della cucina e dei sapori italiani,1 stella Michelin presso Il Palagio del Four Seasons Firenze e La Veranda del Four Seasons Milano.


Per ulteriori informazioni e prenotazioni

Ufficio Stampa Freedot
Via Paolo Lomazzo, 11 -  Milano (MI)
press@freedot.it o 335 5425490

www.freedot.it

Eataly
Piazza XXV Aprile, 10 – Milano
www.eataly.net

commenti

lascia un commento

Copyright © Cucina & Svago 2017. Tutti i diritti riservati. Powered by Helmet Digital System